Guarire il cuore per guarire anche il corpo

(c) Catrin Welz-Stein - all rights reserved
Courtesy of Catrin Welz-Stein

Non è un mistero per nessuno che le nostre emozioni negative ci fanno ammalare, e qualche volta in modo anche molto serio. Così se vogliamo ripristinare la salute fisica perduta, vale a dire l’armonia nel nostro corpo (ogni malattia è infatti una chiara “spia” di una disarmonia in atto) dobbiamo cominciare a curare il nostro terreno. Che cosa vuol dire?

È molto semplice. Il terreno è l’humus di cui è composto il nostro corpo, insieme alla mente, al cuore, alle emozioni, ai ricordi, alla somma dei sentimenti, passati e presenti, e in modo particolare la somma dei nostri pensieri, che possono essere buoni o cattivi, e sono proprio questi ultimi, i pensieri negativi, a farci ammalare un po’ alla volta.

Ho cominciato a capire queste cose qualche anno fa, trovandomi impotente nel fronteggiare la grave malattia di una persona cara e non sapendo come affrontare la valanga di sofferenze, in massima parte morali, che nello stesso arco di tempo mi stavano affliggendo, alle quali non si poteva opporre alcuna cura medica, poiché al di fuori della dimensione corporea, puramente materiale, dell’esistenza.

Cercavo allora delle risposte, le cercavo ovunque. Non accettavo lo stato delle cose. Non volevo rassegnarmi ad esse. Sulla mia strada incontrai David e i suoi studi, che lui stesso aveva sperimentato per primo, li aveva sperimentati sulla sua pelle, essendo egli ammalato al cento per cento, ma non rassegnato all’epilogo a cui la sua terribile malattia lo consegnava. I suoi libri, i libri di David Servan-Schreiber (in modo particolare Guarire, che spiega come risvegliare i meccanismi di autoguarigione presenti nel nostro corpo), sono stati per me un apripista, da lì infatti è cominciata una lunga traversata nei territori della speranza e del dolore, della consapevolezza e della rinascita. Dal principio del 2009 alla fine del 2013: sono stati per me cinque anni molto importanti, pur se molto faticosi, pieni di sconfitte sì, ma anche di tante piccole luci.

Queste piccole, meravigliose luci adesso io le voglio condividere con voi, ed ecco perché ho deciso di dare vita a una nuova rubrica nel mio blog dedicandola a questo tema: guarire il cuore per guarire anche il corpo.

C’è una stretta, strettissima relazione fra queste due dimensioni, fra la dimensione della corporeità e quella dell’interiorità. Non comprenderlo significa pregiudicarsi la salute, quella vera, che non è mera fisiologia, ma qualcosa di assolutamente straordinario, un equilibrio perfetto che diamo spesso per scontato ma che invece, riflettendoci su qualche volta, dovrebbe farci gridare al miracolo della vita.

È una nuova medicina, la medicina delle emozioni, che fa leva sull’intelligenza emotiva. Sono partita da David e strada facendo, libro dopo libro, esperienza dopo esperienza (perché non c’è al mondo un libro più efficace e più grande dell’esperienza, del vivere cioè le cose sulla propria pelle) di tappa in tappa, riflettendo e anche soffrendo, sono arrivata a un testo molto importante, Puoi guarire la tua vita di Louise Hay.

Mi sento di consigliarlo, perché fa tanto bene a chi è in cammino, soprattutto se è demotivato e stanco. Io l’ho sperimentato su di me, e la sua riflessione positiva mi ha acceso alcune di quelle meravigliose, piccole luci di cui ho intenzione di parlarvi un po’ alla volta. Nulla di magico o di misterico, ve lo dico subito, ma qualcosa che a ben vedere è alla portata di tutti, poiché il bene come il male è dentro di noi, l’amore ci avvolge in ogni istante e ci protegge. La vita, amici miei, è per noi una guida perfetta.

© Maria Amata Di Lorenzo

***

Leggi i commenti in fondo al post

e se ti va aggiungi anche la tua testimonianza

 

Condividi questo articolo sui social network

per farlo conoscere ai tuoi amici

 

***

*

Gli altri articoli della rubrica Guarire il cuore per guarire anche il corpo:

***

Maria Amata Di Lorenzo
Social

Maria Amata Di Lorenzo

Terapeuta a indirizzo psicobiologico, Maria Amata Di Lorenzo è specialista in psicologia della salute ed esperta in guarigione del sistema mente-corpo e medicina energetica, ha conseguito inoltre la preparazione in Assertiveness Coaching, per la gestione emozionale dei conflitti interpersonali in ambito familiare, affettivo e professionale. Maria Amata ha conseguito in precedenza una laurea in Lettere Moderne, lavorando per diversi anni nel giornalismo e nell'editoria e acquisendo competenze specifiche nel web marketing. Successivamente ha studiato Scienze della salute psicologiche e sociali, specializzandosi come terapeuta nell'ambito della consulenza psicobiologica. È autrice di numerosi libri - romanzi, raccolte di poesie e saggi letterari e spirituali - tradotti in diverse lingue (inglese, portoghese, spagnolo, polacco, turco, ceco, sloveno). Il suo blog è www.mariamatadilorenzo.it
Maria Amata Di Lorenzo
Social

Latest posts by Maria Amata Di Lorenzo (see all)

Leggi anche

Maria Amata Di Lorenzo

Terapeuta a indirizzo psicobiologico, Maria Amata Di Lorenzo è specialista in psicologia della salute ed esperta in guarigione del sistema mente-corpo e medicina energetica, ha conseguito inoltre la preparazione in Assertiveness Coaching, per la gestione emozionale dei conflitti interpersonali in ambito familiare, affettivo e professionale. Maria Amata ha conseguito in precedenza una laurea in Lettere Moderne, lavorando per diversi anni nel giornalismo e nell'editoria e acquisendo competenze specifiche nel web marketing. Successivamente ha studiato Scienze della salute psicologiche e sociali, specializzandosi come terapeuta nell'ambito della consulenza psicobiologica. È autrice di numerosi libri - romanzi, raccolte di poesie e saggi letterari e spirituali - tradotti in diverse lingue (inglese, portoghese, spagnolo, polacco, turco, ceco, sloveno). Il suo blog è www.mariamatadilorenzo.it

3 thoughts on “Guarire il cuore per guarire anche il corpo

  1. Bellissima iniziativa, Maria Amata! Abbiamo tutti bisogno di vedere luci dentro di noi…Non dobbiamo chiuderci nel buio del nostro cuore quando il dolore ci devasta: dobbiamo cercare “un lumicino” che ci guidi verso la guarigione

  2. Interessante……. Sappiamo che i nostri umori portano tante conseguenze negative o positive ma alla fine cadiamo o inciampiamo sempre e ci facciamo male

    1. grazie per il tuo commento, Teresa.
      Le conseguenze negative vengono dai nostri pensieri, formuliamo – così dicono gli studiosi – circa 70 mila pensieri al giorno e ben pochi di essi sono di carattere positivo, sono pensieri d’ansia, di angoscia, di umore nero, che hanno poi ripercussioni sulla nostra vita, perchè la vita ci regala le cose come un’eco, se noi pensiamo negativamente ci ritorna tutto indietro in modo negativo, è il pensiero che costruisce il mondo, il nostro mondo. Cambiare i nostri pensieri è assolutamente essenziale.

Rispondi