In valigia con le ultime cose

1925001_735245513174205_796242112_n

L’ultima volta che ti ho vista è stato un anno fa. A Roma, poco dopo la tragica scomparsa di tuo fratello. Pioveva quel giorno, e in piedi accanto alla finestra del salotto guardavo da dietro i vetri la pioggia che scendeva lentamente.

Mi arrivasti alle spalle all’improvviso, come una raffica di vento, facendomi sobbalzare. “Parto per la Romania”, annunciasti spiccia, “mi occorrono vestiti pesanti, là fa freddo…”

Poi, senza aggiungere altro, a larghe falcate ti dirigesti verso la tua stanza.

Dal corridoio ti sentivo fare avanti e indietro, intenta – immaginavo – ad ammucchiare nella valigia indumenti di lana. Più tardi, affacciandomi timidamente alla porta, ti chiesi se ti saresti fermata per il pranzo, così avrei detto ad Erminia di preparare per due. Tuo padre, come al solito, avrebbe mangiato fuori.

Ricordo che per tutta risposta ti lanciasti verso di me come una furia: “Erminia, eh? Non sei neppure capace di fare un passo senza di lei. Tu non fai niente dalla mattina alla sera! Non ti vergogni?”

Quel tuo scatto mi rammentò Marina, che non perdeva mai l’occasione per svillaneggiare la mia “tranquillità borghese”, come la chiamava lei, mentre la “rivoluzione proletaria” stava bussando alle porte.

Questa rivoluzione però tua zia non la vide mai. Lei che doveva finire qualche tempo dopo sotto il piombo della polizia in una strada di Milano. Certe tue sortite, così dure, così dissacratorie, me la ricordavano a volte. Chi può dire che non ci sia anche un po’ della sua rabbia nei tuoi cromosomi? La legge dell’ereditarietà non può fermarsi, io credo, soltanto alla forma del naso o al colore degli occhi o dei capelli.

“Erminia, eh? Non sei neppure capace di fare un passo senza di lei!”, mi avevi soffiato in faccia, furiosa.

“Non sarà mica un reato adesso avere la governante!”, avevo replicato io, sforzandomi di conservare un tono pacato, giacché le tue sortite avevano il potere di irritarmi come non mai. “E’ stato tuo padre a volerla prendere – continuai – per alleggerirmi nelle incombenze domestiche”.

Ti mettesti a ridere.

“Mio padre! Mio padre è solo uno stupido!”, esclamasti. “Oh, io ti conosco, sai? Te lo sei sposato perché ti faceva comodo: avevi la casa, la governante, il lusso, non dovevi pensare a niente. Ma tu non gli hai mai voluto bene. Io lo so. Tu volevi bene solo a Luca, solo a lui. Per te non esisteva nessun altro… Ma adesso, dimmi, che farai? Che farai adesso che Luca non c’è più?”

Detto ciò ficcasti in valigia le ultime cose, alla rinfusa. Poi con un gesto nervoso chiudesti la lampo avviandoti al portone.

Rimasi lì, impietrita. Nel corridoio fasciato dalla penombra.

E ancora oggi, quando il mio pensiero vola a te, è questo fotogramma che mi ritorna per primo alla memoria, torturandomi. Una giornata uggiosa. La pioggia contro i vetri. Le tue mani nel gesto di chiudere la valigia. E i passi sordi nel corridoio fino allo scatto del portone. Clang. E poi il vuoto delle ore e dei giorni senza te.

La tua voce lontana che attraverso lo scroscio della pioggia, attraverso il borbottio dei tuoni, perfora il timpano della mia mente con quel suono ossessivo, cadenzato, implacabile. Tu non ami nessuno. Tu non ami nessuno. Tu non ami nessuno.

© Maria Amata Di Lorenzo, dal romanzo Non lasciarmi andare via (all rights reserved)

non-lasciarmi-andare-via-cover

PRENDI IL ROMANZO “NON LASCIARMI ANDARE VIA” SU AMAZON.IT

È DISPONIBILE SIA IN FORMATO EBOOK CON DOWNLOAD IMMEDIATO

CHE IN EDIZIONE DI CARTA CON SPEDIZIONE VELOCE IN 2-3 GIORNI

*

Questo libro non è reperibile nelle librerie fisiche italiane poiché la sua distribuzione è stata affidata in esclusiva a Amazon Europe per l’edizione in lingua italiana e a Amazon U.S.A. per il resto del mondo. Acquistarlo è molto facile: per leggere la versione ebook non è necessario avere il kindle, con una procedura guidata ed estremamente semplice si può scaricare il testo sul proprio computer, tablet e smartphone in meno di un minuto. Se si sceglie la versione di carta, è sufficiente inserire nella pagina di acquisto il proprio indirizzo di casa o di lavoro e la copia richiesta arriva in 2-3 giorni direttamente a domicilio.

20160912_131658

Non lasciarmi andare via 

è disponibile in italiano e in inglese su Amazon

in formato ebook e libro di carta

Scarica gratis i primi capitoli dell’edizione italiana

su questa pagina

*

– Edizione in lingua inglese –

Maria Amata Di Lorenzo
Social

Maria Amata Di Lorenzo

Terapeuta a indirizzo psicobiologico specializzata in guarigione del sistema mente-corpo, psicologia della salute e medicina energetica, ha conseguito inoltre la preparazione in Assertiveness Coaching, per la gestione emozionale dei conflitti interpersonali in ambito familiare, affettivo e professionale. Maria Amata ha conseguito in precedenza una laurea in Lettere Moderne, lavorando per diversi anni nel giornalismo e nell'editoria e acquisendo competenze specifiche nel web marketing. Successivamente ha studiato Scienze della salute psicologiche e sociali, specializzandosi come terapeuta nell'ambito della consulenza psicobiologica. È autrice di numerosi libri - romanzi, raccolte di poesie e saggi letterari e spirituali - tradotti in diverse lingue (inglese, portoghese, spagnolo, polacco, turco, ceco, sloveno). Il suo blog è www.mariamatadilorenzo.it
Maria Amata Di Lorenzo
Social

Latest posts by Maria Amata Di Lorenzo (see all)

Leggi anche

Maria Amata Di Lorenzo

Terapeuta a indirizzo psicobiologico specializzata in guarigione del sistema mente-corpo, psicologia della salute e medicina energetica, ha conseguito inoltre la preparazione in Assertiveness Coaching, per la gestione emozionale dei conflitti interpersonali in ambito familiare, affettivo e professionale. Maria Amata ha conseguito in precedenza una laurea in Lettere Moderne, lavorando per diversi anni nel giornalismo e nell’editoria e acquisendo competenze specifiche nel web marketing. Successivamente ha studiato Scienze della salute psicologiche e sociali, specializzandosi come terapeuta nell’ambito della consulenza psicobiologica. È autrice di numerosi libri – romanzi, raccolte di poesie e saggi letterari e spirituali – tradotti in diverse lingue (inglese, portoghese, spagnolo, polacco, turco, ceco, sloveno). Il suo blog è www.mariamatadilorenzo.it

Rispondi