Mistiche e sante e libere donne di Dio

Trentacinque ritratti di donne straordinarie che hanno fatto la storia.

Storie di donne, di quelle che non cantano in coro, che non percorrono le vie degli altri, ma che tracciano sentieri nuovi e hanno il coraggio di inoltrarsi su strade lastricate di imprevisti, di scacchi, ma anche di inesplicabili luci. Storie di mistiche, sante, libere donne di Dio.

Sono: Caterina da Siena – Teresa di Lisieux – Brigida di Svezia – Bernadette Soubirous – Teresa d’Avila – Lorena D’Alessandro – Madre Speranza – Santa Scorese – Caterina Labouré – Maria Marchetta – Bertilla Boscardin – Nennolina – Faustina Kowalska – Giacinta Marto – Elena Silvestri – Maria Goretti – Gianna Beretta Molla – Pina Coniglio – Giuseppina Berettoni – Carla Ronci – Marie-Alphonsine Ghattas – Rachelina Ambrosini – Chiara Lubich – Teresita Gonzâlez-Quevedo – Giuseppina Arcucci – Teresa Bracco – Melania Calvat – Benedetta Bianchi Porro – Claudia De Angelis – Clelia Barbieri – Benedetta Rencurel – Madre Teresa di Calcutta – Elisabetta Hesselblad – Edith Stein – Emmanuelle del Cairo

 

***

Maria Amata Di Lorenzo

Mistiche e sante e libere donne di Dio

Portosicuro Editore, 2017

nelle librerie Amazon

in versione ebook  e libro di carta

clicca qui per leggere il libro

***

*

È possibile nutrirsi solo di Dio?
Nutrirsi di Dio allo stesso modo in cui le piante al sole si nutrono di luce?
Sì, se ti dicono pazza, e tu lo sei una pazza, una pazza di Dio, tu che un giorno hai deciso di farti sentinella dell’invisibile.
E non sei sola, no, altre pazze sono accanto a te, e prima di te, andando indietro nel tempo, cavalcando i secoli, sfidando l’impossibile con la forza unica e geniale che solo le donne conoscono, mistiche e sante e libere donne di Dio.

Amici e amiche care, questo è il mio nuovo libro. È un libro che parla di donne. Della forza delle donne e della loro follia. Una follia amorosa, una follia contagiosa. Che percorre i secoli. Che arriva fino a noi, sfiorando la nostra umanità.

Ve lo affido con amore, e spero tanto che vorrete bene a questa mia nuova opera.

Maria Amata